Annuncio - Turismo religioso, prospettive e ricadute economiche del progetto “Romea Strata” per la Provincia di Udine

Incontro lunedì 20 febbraio, alle ore 10, nel salone del Consiglio provinciale

Cammini religiosi ma anche opportunità per conoscere bellezze architettoniche, naturalistiche diventando così anche occasioni di sviluppo per le microeconomie locali. Il turismo collegato agli itinerari di fede è in grande espansione: basti pensare al Cammino di Santiago di Compostela in Spagna, che richiama ogni anno milioni di pellegrini, turisti, giovani, ma anche alla via Francigena che attraversa diversi Paesi europei. Importanti prospettive, in questo settore, si aprono anche per il nostro territorio grazie a progettualità come la “Romea Strata”, un’antica via di pellegrinaggio a piedi sulle orme degli antichi pellegrini che dall’Est Europa si recavano a Roma. Attraversa il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e l’Emilia per raggiungere la via Francigena in Toscana e finalmente giungere a Roma. La Provincia di Udine ha aderito all’iniziativa promossa dalla Diocesi di Vicenza e ha coinvolto una cinquantina di Comuni del territorio regionale dove è stata posizionata la segnaletica del cammino (345 elementi tra frecce e bacheche). L’ambizioso obiettivo su cui si sta impegnando la Provincia di Udine, che va anche oltre lo stesso progetto, è quello di pervenire al riconoscimento europeo del cammino religioso della “Romea Strata”, tanto da collocarlo al pari dei grandi itinerari europei.
Il punto delle attività fin qui realizzate, le ricadute del progetto per la valorizzazione del territorio, ma anche i riflessi per l’economia locale, le prossime iniziative correlate anche ai fondi Fesr saranno al centro di un incontro che si terrà lunedì 20 febbraio, con inizio alle ore 10, nel Salone del Consiglio della Provincia di Udine.
Dopo l’introduzione del vicepresidente con delega al turismo, Franco Mattiussi e del direttore della Diocesi di Vicenza, don Raimondo Sinibaldi (che presenterà la guida Touring di prossima pubblicazione dedicata alla Romea Strata), è previsto l’intervento del presidente della Via Francigena, Massimo Tedeschi (L’esperienza delle opportunità di sviluppo della Via Francigena in Italia e all’estero), la relazione del prof. Moreno Zago (Università di Trieste – il viaggio religioso come percezione, promozione e valorizzazione dei territori minori del Fvg, in particolare la provincia di Udine).

Pagina aggiornata il 15.02.2017