Fontanini a Serracchiani, “Sulle Province i cittadini hanno deciso il 4 dicembre riconfermandole nella Costituzione”

“Sulle Province i cittadini hanno già deciso il 4 dicembre riconfermandole nella Costituzione. Se non si tiene conto della volontà popolare che senso ha il referendum e come si giustificano i relativi costi?”.
Il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, interviene in relazione alle dichiarazioni della presidente della Regione, Debora Serracchiani, sul futuro delle Province a livello nazionale: se vadano mantenute o se debbano seguire l’esempio del Fvg dove sono state eliminate.

“Non si tratta di una questione aperta - afferma il presidente Fontanini –: il popolo, con il referendum di dicembre, ha espresso una posizione chiara e netta. Il responso del 4 dicembre non si presta a interpretazioni; le urne hanno consegnato un verdetto importante: la volontà popolare di non chiudere le Province, anche nella nostra regione. E proprio qui il voto è stato ancora più significativo perché una settimana dopo l’approvazione della legge di soppressione delle Province, i cittadini hanno votato a stragrande maggioranza per il loro mantenimento. Nella nostra regione i “no” hanno sfiorato il 61%, un punto percentuale in più rispetto alla media nazionale, attestata a 59,95% e l’affluenza è stata da record raggiungendo il 72,5%. Non penso che la questione delle Province a livello nazionale sia ancora materia di discussione: il popolo ha già deciso di riconfermarle nell’ordinamento istituzionale. E lo ha fatto – ribadisce Fontanini – in modo chiaro anche nella nostra regione. Qui, però, lo Statuto, modificato anzitempo, non risponde più ai principi – riaffermati – della Costituzione. Sul tema delle Province, l’unico dibattito da affrontare riguarda il Fvg e l’illegittimità della soppressione degli Enti intermedi”.

Pagina aggiornata il 14.02.2017