Giovani, dalla Provincia 123 mila euro per i centri di aggregazione

Battaglia, “Plafond superiore al 2016 di 25 mila euro”.

Ammonta a 123 mila 679 euro, circa 25 mila euro in più rispetto al 2016, l’importo che la Provincia di Udine ha assegnato quest’anno alle attività rivolte a giovani e adolescenti con età compresa tra i 14 e i 29 anni.
I contributi stanziati da palazzo Belgrado a favore dei centri di aggregazione giovanile andranno complessivamente a sostenere 67 iniziative che fanno capo rispettivamente a 20 Comuni, 11 associazioni, un’azienda di servizi alla persona e 24 parrocchie. Il riparto è stato approvato nell’ultima seduta della Giunta provinciale su proposta dell’assessore provinciale alle politiche giovanili, Elisa Asia Battaglia. Nel dettaglio, è pari a 48 mila  390 euro l’importo assegnato ai Comuni e all’Asp Daniele Moro, 23 mila 930 ai sodalizi, 51 mila 359 euro alle parrocchie.

I criteri impiegati per il riparto dei fondi tenevano conto della realizzazione di iniziative per ragazzi e giovani compresi nella fascia 14-29 anni, almeno 6 ore di attività alla settimana, l’aver già svolto tali progettualità per almeno un anno consecutivo. “Quest’anno abbiamo incrementato la somma destinata a queste iniziative favorendo così un maggiore sostegno economico alle tante attività svolte dai centri di aggregazione giovanile - sottolinea l’assessore Battaglia -. Riteniamo, infatti, che queste realtà rappresentino un importante punto di riferimento per bambini e ragazzi delle nostre comunità in quanto contribuiscono a sviluppare il senso di comunità tra i più giovani ma indirettamente anche tra le loro famiglie. Valorizzano, infatti, le occasioni di ritrovo dall’elevato valore educativo e sociale. L’aumento dello stanziamento complessivo si traduce in un incremento del contributo al progetto con l’obiettivo di favorirne la continuità nel tempo”.

Pagina aggiornata il 01.12.2017