Invito - “Storie e cronistorie dal teatri in Friûl dal 1300 al 2000”, di Bepi Agostinis

Lunedì 26 febbraio, alle ore 17 – salone del Consiglio provinciale di Palazzo Belgrado.

Dopo aver realizzato “Storie de art in Friûl”, una pubblicazione a carattere divulgativo sulle tante opere d’arte diffuse in Friuli con testi e descrizioni scritti in marilenghe, ecco una nuova produzione rigorosamente in friulano di Bepi Agostinis dedicata al teatro. Si intitola, infatti, “Storie e cronistorie dal teatri in Friûl dal 1300 al 2000” ed è una nuova occasione offerta al Friuli e ai friulani, di sentirsi orgogliosi del proprio patrimonio e del proprio passato artistico e culturale.
Realizzata grazie al contributo della Provincia di Udine e della Fondazione Friuli e alla collaborazione dell’Arlef, la pubblicazione sarà presentata dall’autore insieme ad Angela Felice lunedì 26 febbraio, alle ore 17, nel salone del Consiglio provinciale di palazzo Belgrado.
Sono previsti gli interventi del Presidente della Provincia Pietro Fontanini, dell’assessore alla cultura del Comune di Udine Federico Pirone, del presidente della Fondazione Friuli, Giuseppe Morandini, dell’Arlef, Lorenzo Fabbro e della Società Filologica Friulana, Federico Vicario.

L’autore propone una testimonianza ricca di particolari sulla materia d’indagine. Dalle sue ricerche emerge un rapporto circostanziato che permette di conoscere a 360 gradi un settore al quale Bepi è particolarmente legato. Un’avventura lunga 40 anni la sua, come lui stesso ricorda, arricchita dall’amicizia con il maestro Nico Pepe e dalla collaborazione nella scuola di recitazione per il teatro friulano. E, su quest’esperienza, Bepi innesta il suo costante impegno a farsi portavoce delle istanze del Friuli, come l’istituzione di un teatro stabile in lingua friulana, partendo dal progetto della “Farie teatrâl furlane”. 

Pagina aggiornata il 21.02.2018