Omicidio di Gradisca, Battaglia: “Ancora più impegno contro la violenza”

“Un diverbio trasformato in tragedia, l’ennesima ai danni di una donna. Una violenza inaccettabile e incomprensibile che ha distrutto una famiglia e gettato, ancora una volta, la nostra comunità nello sgomento e nella tristezza”. Così l’assessore alle pari opportunità della Provincia di Udine Elisa Asia Battaglia in relazione al nuovo  caso di femminicidio che scuote la nostra regione.
“La frequenza con cui vengono compiuti questi gesti efferati è fonte di grandissima preoccupazione ed evidenzia come è necessario investire ancora di più nella promozione di una cultura del rispetto della vita umana, contro ogni forma di violenza. E’ assurdo e inconcepibile che una discussione - anche accesa - o un rifiuto, portino alla morte. Eppure, tragici atti di violenza contro le donne continuano ad aumentare … Solo tre mesi fa – ricorda Battaglia - ci siamo stretti attorno alla famiglia Orlando di Dignano per la terribile morte di Nadia. Ed oggi un’altra vittima, una giovane donna che lascia un figlio di 8 anni. Questa escalation pone molti interrogativi sul valore che oggi ha la vita umana, un valore fondamentale che dobbiamo insegnare alle future generazioni e anche a chi arriva sul nostro territorio, per favorire una convivenza familiare e comunitaria nel pieno rispetto di ogni individuo, per oggi ma soprattutto per il domani. A questo impegno sono chiamate le istituzioni, la scuola ma il compito di diffondere questa cultura investe tutta la società”. 

Pagina aggiornata il 08.11.2017