Tiramisù, Mattiussi: “Il Veneto doveva coinvolgere il Friuli nel concorso internazionale”

“Il Veneto doveva coinvolgere il Friuli nel concorso internazionale dedicato al tiramisù”.
Franco Mattiussi, vicepresidente della Provincia di Udine ammonisce gli organizzatori del recente campionato, che si è svolto a Treviso con la partecipazione di migliaia di cuochi amatoriali.
Pur riconoscendo l’impegno nella diffusione di un prodotto che è praticamente un marchio dell’enogastronomia italiana, “sarebbe stato più opportuno – spiega Mattiussi – coinvolgere il Friuli nella manifestazione, perché il Friuli detiene la paternità della ricetta.
Dal mese di agosto, infatti, le due varianti friulane del tiramisù (quella del Vetturino di Pieris e quella del Roma di Tolmezzo) sono state inserite dal Ministero delle politiche agricole nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali (Pat). Si tratta di un ulteriore riconoscimento della primogenitura friulana di un’eccellenza dell’enogastronomia Made in Italy, un marchio di grande prestigio che conferisce valore aggiunto al prodotto, agli artefici della “dolce” intuizione e al nostro territorio d’origine”.

Parole di elogio quelle di Mattiussi, invece, per gli chef del Consorzio “Via dei Sapori” che, coordinati dal presidente Walter Filiputti, sono impegnati in questo periodo nella promozione e valorizzazione del dolce italiano più famoso al mondo in un goloso percorso fra Tiramisù contemporanei d’autore. 

Pagina aggiornata il 10.11.2017